Tonino Conte inaugura i seminari Anpi con una relazione su Antonio Gramsci

11 novembre 2017 Lascia un commento »
Il presidente Amerigo Ciervo e il presidente onorario Tonino Conte

Il presidente Amerigo Ciervo e il presidente onorario Tonino Conte

 

Il 10 novembre, presso il salone “Di Vittorio” della Cgil di Benevento, il primo dei seminari promossi dall’Anpi Benevento e curati dall’Officina di studi storico-politici “Maria Penna”.
 Ad aprire i lavori, che termineranno a maggio 2018, il presidente onorario dell’associazione Tonino Conte con un intervento dal titolo Passato e presente nella concezione gramsciana della prassi rivoluzionaria.
La relazione, densa e ricca di numerosi spunti critici per riflettere sulla nostra contemporaneità, ha messo in evidenza la tensione critica di Gramsci verso una lettura complessa della realtà. 
La grandezza di Gramsci, ha proseguito Conte, sta nel non aver mai perso di vista Marx e l’organizzazione dei soviet, ma allo tempo stesso tempo risiede in un’elaborazione originale specifica della situazione italiana. 
Questa elaborazione specifica non cancella, tuttavia, l’orizzonte mondiale che è sempre ben presente in Gramsci il quale, anzi, vede nella storia d’Italia un’estraneità a qualsiasi forma di nazionalismo.
 Conte ha sottolineato più volte l’analisi globale che Gramsci fa del pensiero di Marx in opposizione a interpretazioni eccessivamente schiacciate sul versante economico.
 “La rivoluzione non è un atto taumaturgico, è un processo dialettico di sviluppo storico”; la rivoluzione è quella che avviene prima della rivoluzione per realizzare l’egemonia prima di assumere il potere.
 Ecco quindi delineato uno dei lasciti fondamentali del pensatore sardo: la direzione ideale, morale e culturale che si avvale di apparati di conquista, trasmissione e organizzazione del consenso.
Per questo, ha concluso Tonino Conte, oggi come allora vale quanto Gramsci scrisse sul primo numero de L’Ordine Nuovo, «istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza».

Il prossimo appuntamento dei seminari è previsto per venerdì 15 dicembre alle 17.30 con Amerigo Ciervo che relazionerà su Lorenzo Milani e Giovanni Franzoni: i profeti giungono sempre in anticipo.

Dario Melillo

Pubblicità